una pianta, due eventi…

27 giugno 2011 § 5 commenti

Colpo di coda di questo fine giugno,
due manifestazioni di giardinaggio molto interessanti, con un filo conduttore particolare…

Sabato sono stata al Giardino medioevale del Borgo del Valentino a Torino per “Un vivaio speciale” la bella manifestazione alla quale ho partecipato anche in veste di acquarellista botanica.Alcuni vivaisti specializzati hanno portato in vendita una selezione di particolari piante officinali. Un’ottima opportunità per conoscere piante poco usate nei moderni giardini, ma presenze importanti in passato per le molte virtù terapeutiche e alimentari. Le piante presenti nelle curatissime aiuole sono moltiplicate e riprodotte per necessità di mantenimento del giardino stesso, ed in tale occasione sono state per la prima volta messe in vendita al pubblico. Il ricavato della vendita contribuirà alla gestione e manutenzione del giardino del Borgo medioevale, un esempio virtuoso da riprodurre in tante altre realtà verdi, pratica molto diffusa all’estero per la gioia dei tanti visitatori che possono così direttamente acquistare la pianta ammirata nella naturalità del luogo.

Dal Giardino medioevale sono uscita con un vasetto (regalatomi dal suo creatore e curatore Edoardo Santoro) contenente una talea di Ballotta pseudodictamnus presente nel giardino di delizia, mi piace molto il portamento, la forma e il colore di questa labiata. Ha anche una buona possibilità di resistere alle fredde temperature del mio bosco-giardino se opportunamente coperta e pacciamata.

Felice sono tornata a casa con il prezioso rametto, quello che non conoscevo e sospettavo è l’uso che ne facevano in passato, uso che ho potuto apprendere il giorno dopo, quando mi sono recata a Rollo di Andora per la tradizionale ed immancabile Festa delle erbe .

A Rollo è davvero una festa! La manifestazione è piccola, ma si respira aria di vacanza in questo angolo di Liguria sospeso su una collina a picco sul mare. Bouganvillea, Plumbago ed Agapanthus fanno da cornice naturale agli stand degli affezionati espositori e vivaisti che ormai da dodici anni espongono le loro piante e i loro prodotti in questo piccolo Borgo.

Sono stata attirata da un folto gruppo di persone che prestava molta attenzione ai racconti di un appassionato conoscitore sull’uso e le tradizioni delle erbe nostrane.

In particolare mi ha incuriosita quello relativo all’uso che veniva fatto della Ballotta pseudodictamnus. Eccola nuovamente chiamata in causa…

In passato era comunemente conosciuta come pianta dei lumini in quanto si usavano le infiorescenze imbutiformi essiccate come stoppino. La particolare forma del calice, la sua consistenza e la ricchezza di peluria, consentivano di ricavarne uno stoppino che inserito in un piccolo contenitore in terracotta contenente due terzi di olio di oliva e uno di acqua, consentiva di avere luce per tutta la notte.

Unico punto dolente il senso di colpa nei riguardi di casa e famiglia più volte trascurate…ma come resistere alla tentazione di tanti interessanti incontri e quante cose insegnano le piante!

Advertisements

Tag:,

§ 5 risposte a una pianta, due eventi…

  • Gianly ha detto:

    Non credo che la tua famiglia si sia sentita trascurata!
    Soprattutto perchè sarei tornata a casa felice!
    Hai letto ” L’uomo che piantava gli alberi” ?? di Giono
    Vale la pena rallentare e guardare un albero che cresce!
    A presto Gianly

  • Sara ha detto:

    Possiedo da qualche anno quella pianta,regalo-scambio di un’amica, vorrei saperla valorizzare meglio, ma non ne conoscevo le sue virtù! Confermo la sua rusticità.
    Quanto alla famiglia, capisco la tua sensibilità, sono sicura che se “coltivare” i tuoi interessi, i benefici ricadono anche su chi ti vuole bene!
    un caro abbraccio!

  • erborista1 ha detto:

    Conosco la pianta,ma non conoscevo l’uso che facevano delle foglie.C’è sempre da imparare dalle tradizioni di un tempo.Ciao Simonetta e buona giornata

  • Tiziana ha detto:

    Eccolo!! Dopo lo leggo con calma.
    Ma sai che sabato al mare ho portato dietro un Gardenia di due anni fa e si parlava di un’altra manifestazione e della pittrice acquerellista Simonetta Chiarugi? ^_^

  • Rosemary ha detto:

    Hello Simonetta ~ I always love the adventures you take us on with your incredible blog! You always show such variety. I know a little about the plant you have described but it’s uses are amazing to me. I hope you are enjoying your summer so far. I’m busy these days with my shoppe, but would love to visit Italy…
    Hugs Rosemary…XX

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo una pianta, due eventi… su aboutgarden.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: