autunno di bacche

20 ottobre 2011 § 8 commenti

Boschi e giardini d’autunno,
sono spesso ravvivati dalle bacche che producono alcune piante o dai cinorrodi delle rose. Preziose presenze scarlatte che colorano i nudi rami e risaltano sui sempreverdi. Sono allettante cibo per gli uccelli ed importante veicolo di sostentamento per la vita selvatica locale.


Nel mio giardino, le tante rose forniscono alcuni cinnorodi differenti per forma e per colore, nessun arbusto supera la bellezza della cascata di piccole e rilucenti perle allungate che produce la Rosa canina. Ogni anno ne colgo qualche ramo per le composizioni in vaso, per creare qualche decorazione o come soggetto di un acquerello botanico. Sono facile ed accattivante modello da ritrarre, anche i meno esperti troveranno soddisfazione nell’inseguire la rotondità dei bei cinorrodi, scoprendo le differenze tra le varietà di specie.

I prossimi 29 – 30 ottobre  chi avrà piacere, presso il vivaio di Maurizio Feletig, potrà partecipare ai corsi che terrò di acquerello botanico. Le belle bacche, scelte fra gli arbusti e le rose botaniche dell’importante e specializzata collezione del vivaio, saranno il tema delle due giornate.

Tutti i corsi che svolgo, sono adatti anche ai principianti. Sarete accompagnati in ogni momento, seguiti passo dopo passo nella conoscenza di questa antica tecnica di rappresentazione. Un fine settimana creativo scandito da ritmi lenti e rilassanti, immersi tra arte e natura!

Per qualsiasi informazione, scrivete una e-mail a: simonetta_chiarugi@libero.it 
per prenotazioni chiamate al 349 5630513 011 9462377.

Il Vivaio sarà aperto dalle ore 10.00 al tramonto per accogliere i visitatori per una festa autunnale nella quale si celebra la bellezza delle bacche che in questo periodo  vestono i nostri spogli giardini.Una poesia dedicata alla rosa in ricordo di Andrea Zanzotto, grande ed amato poeta italiano del quale da due giorni siamo orfani. Centro della sua poesia e delle sue opere sono l’attento ascolto della natura e del paesaggio.

La ricerca personale lo porta a desiderare di voler essere un vegetale, in particolar modo una rosa canina

Rose ai pilastri

Rose ai pilastri, rose lungo i muri
e dentro i vasi, da per tutto rose
che sbocciano fiammanti e sanguinose
come ferite sopra i seni impuri.

Rose thee dai bei labri immaturi
dalle fini ceramiche untuose,
rose di siepe, rose rugiadose
avvinghiate ai cancelli e ai vecchi muri.

Eruzione di rose nei giardini,
di rive sanguinose ed odorose,
vive e rampanti per la mia ringhiera.

Rose e rose ne i miei vasi murrini
rose odorose, rose sanguinose
rosee bocche della primavera!

…e ancora invito tutti, in qualità di Capo Delegazione FAI  (Fondo Ambiente Italiano) di Savona, a sostenere la campagna nazionale  “Ricordati di salvare l’Italia

Per tutto il mese di ottobre:

    • dona 2 euro con un sms al numero 45506 da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3, Coopvoce, Postemobile e Tiscali
    • oppure 5 o 10 euro chaiamando da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb e Tiscali
    • 2 euro chiamando da rete fissa Teletu per salvare straordinarie testimonianze del patrimonio d’arte, natura e paesaggio italiano che il FAI tutela.

Ricordati di salvare l’Italia.
Costruiamo insieme un futuro migliore.

partecipo al concorso blog mariclaire:
grazie  se con un clic (su JE VOTE ) al giorno vorrete votare aboutgarden!

Advertisements

Tag:

§ 8 risposte a autunno di bacche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo autunno di bacche su aboutgarden.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: