come restaurare i vecchi attrezzi da giardino

9 gennaio 2016 § 8 commenti

Le operazioni di giardinaggio
risultano più facili se gli attrezzi che si utilizzano sono di ottima fattura e alcune sono rese ancora più piacevoli dall’uso di attrezzi d’epoca.

vecchi attrezzi

Spesso abbandonati dagli avi nelle cantine o provenienti da ricerche nei mercatini dell’antiquariato, hanno metalli arrugginiti e le parti in legno sono rotte o mangiate dai tarli, una pulizia e un buon restauro regaleranno loro una nuova vita.

utensili giardino

Rimuovete la ruggine dal metallo utilizzando una spazzolina in ottone che serve anche per la lucidatura. Completate con un prodotto protettivo specifico per preservare dalla ruggine e mantenere ben lubrificate le parti meccaniche. Procedete poi con il trattare i manici in legno con un buon antitarlo (io utilizzo questo da anni ed è davvero ottimo).
 Ricostruite e riparate le parti mancanti o i fori dei tarli con uno stucco in resina del colore del legno, normalmente rovere o noce-chiaro e carteggiate con una carta vetro finissima per togliere gli eccessi dello stucco prima di applicare un po’ di cera in pasta.

Buon Gardening!

da un mio articolo per Vivere Country gennaio 2015

Annunci

Tag:

§ 8 risposte a come restaurare i vecchi attrezzi da giardino

  • Susanna ha detto:

    Carissima Simonetta, noi abbiamo molti attrezzi dei nonni, sia agricoli che da giardinaggio e mio marito si diletta a restaurarli per poi utilizzarli. Usiamo la medesima cera d’api (ma l’odore non è esaltante) e finora evitato l’antitarlo ma…servirà assolutamente e presto 😦
    Un abbraccio Susanna

  • Morena Tepossino ha detto:

    Cara amica, ho scoperto il tuo blog cercando in google la potatura delle rose. Ho letto il tuo post di gennaio 2015, molto istruttivo per me. Nel post, però, dicevi che ne avresti fatto uno anche a marzo, per spiegare la potatura definitiva. Non riesco a trovarlo, forse non l’hai fatto? Ti sarei grata se mi aiutassi, sono disperata per le mie rose, che sono sempre striminzite e piene di pidocchi, nonostante i vari tipi di insetticidi. Grazie mille per l’aiuto.

    • aboutgarden ha detto:

      @Morena
      ciao e benvenuta su aboutgarden, vero, mi sono dimenticata dai farlo!!!! Provvederò quest’anno. Dove abiti? Diciamo che un po’ l’ambiente in cui vivono le rose incide sul loro benessere. In luoghi caldi sono più soggette ad attacchi di afidi e contro di loro sconsiglio insetticidi o altri prodotti chimici. Dai loro da mangiare? e quali rose sono?

  • Morena Tepossino ha detto:

    Grazie per la risposta. Io vivo a Ronchi dei Legionari, il mio minuscolo giardino (40 mq?) è rinchiuso fra la mia casa e tre lati di verdeggiante (è una specie di telo verde con un lato a fori plasticati, che purtroppo non posso togliere perchè i vicini vogliono la loro privacy!). Confina con altri piccoli appezzamenti, ma si tratta di giardini in periferia della città, quindi non proprio nel verde ma neanche nel cemento. L’aria che respiriamo non è proprio sanissima (autostrada e aerei che girano proprio sopra di noi), e forse il verdeggiante forma una cappa di aria che in estate è quasi bollente, tanto che non riusciamo a goderci il giardino appieno. In estate ci sono tutti i tipi di insetti possibili immaginabili, fra zanzare, ragni, formiche, lombrichi, vespe, afidi, mosca bianca, cimici verdi, biatte, piralidi del bosso, cavallette piccole e gigantesche, addirittura un Daphnis nerii, sfinge dell’oleandro (questa estate anche una biscia nera)! Ho dovuto togliere parecchie piante ammalate, negli anni: mi sono rimaste quelle più forti. Le rose, però, non hanno solo il problema delle afidi che, quando spruzzo l’insetticida, riesco a debellare, ma proprio non fanno fiori, oppure al massimo una rosa al mese per tre mesi! Sono rose comuni, acquistate in mercato, o talee di mia nonna. Che però qui non attecchiscono nonostante io abbia provato tutti i punti del giardino. Nemmeno quelle piccoline in vaso riescono a fare fiori, ma tanto verde. Come terriccio uso quello che mi consigliano in negozio, per cui… non so… Ogni tanto butto un po’ di concime uguale per tutte le piante. Ora che ricordo ho dato quest’anno un concime adatto alle rose ma non è servito a nulla. Per questo credo che le mie potature siano sbagliate e volevo vedere esattamente come devo fare, mediante foto o disegno. Ti ringrazio ancora tanto di cuore per i consigli.

  • Morena Tepossino ha detto:

    Ops… ieri ti ho scritto un papiro, ma oggi non c’è!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo come restaurare i vecchi attrezzi da giardino su aboutgarden.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: