tutorial: acquarello botanico 1

3 febbraio 2011 § 20 commenti

La natura e le sue diverse forme di rappresentazione artistica,
sono il tema scelto per il primo post di ogni mese.

Mia grande passione e lavoro, l’acquarello botanico offre la possibilità di avvicinarsi e conoscere meglio le piante, è richiesta un’attenta osservazione dei più piccoli dettagli che ci aiutano nella distinzione dei generi vegetali.
Con antichi gesti si immortala l’effimera essenza di un petalo, la complessità di una foglia cogliendone l’attimo del massimo splendore.

La scelta del fiore o della pianta da ritrarre, soprattutto per le prime volte, è di grande importanza. Optiamo per un soggetto di nostro gradimento, meglio se a fiore semplice e possibilmente non di colore bianco (lasciamo il bianco ai più esperti). Poiché l’acquerello botanico richiede il ritratto dal vero, se il soggetto sarà in vaso, saremo facilitati per la durata dello stesso.
Una stanza molto luminosa, una rilassante musica di sottofondo e qualche essenza naturale diffusa nell’ambiente (arancio amaro aiuta nel rilassamento, il limone per la concentrazione) contribuiranno a creare la giusta base di partenza.

L’acquarello ha anche il grande vantaggio di essere molto discreto, per ingombro di materiale e per assenza di odore, particolari importanti se non si dispone di un proprio studio….

MATERIALE

  • blocco di carta da acquerello di spessore 300gr. precollata (che ha preventivamente subito un processo che limita l’assorbimento e l’espansione del colore). Io uso la carta Cotman della Winsor & Newton.
  • una matita morbida HB ed una più dura HF a seconda della vostra mano e del lavoro. Per una prima bozza potremo usare la HB per rifinire i dettagli con HF.
  • un’ ottima gomma di plastica STAEDLER e una gomma pane.
  • temperino
  • bastano pochi pennelli, devono essere di ottima qualità. Io uso il N°2 e il N° 4 della serie 7 Winsor&Newton in Martora Kolinsky .
  • per i colori consiglio di acquistare una scatola da 24 di mezzo godet ma completa solo dei dodici colori base. Nell’acquarello botanico si usano tonalità particolari che normalmente occorre acquistare separatamente. Io mi trovo molto bene con quelli marca SCHMINCKE, ma ad essi ho affiancato i residui del liceo artistico della MAIMERI ed alcuni della W&N.
  • una lente potrà essere utile nel distinguere alcuni particolari (stami, venature delle foglie…)

 

 

STEP 1 – il disegno

Se disegni con la mano destra devi porre il soggetto a destra e ricevere luce da sinistra, fai al contrario se sei mancino. Poni il il tuo fiore o la tua pianta ad altezza sguardo e cerca di posizionarli di tre quarti.
Il disegno dal vero deve rispettare le proporzioni del soggetto. Con la matita tracciane con un tratto chiaro, leggero e uniforme il contorno, centrando il disegno sul foglio. Evita il più possibile l’uso della gomma per non danneggiare la superficie della carta.

E’ di grande aiuto osservare gli spazi vuoti o in negativo, servono a definire molto bene le forme. Segna leggermente le nervature principali delle foglie e presta attenzione al punto di incontro della corolla e del calice del fiore con lo stelo. Il centro della corolla è in asse, e corrisponde, al centro dello stelo. A disegno finito tamponare con la gomma pane per togliere il residuo di grafite.

STEP 2  – il colore

Occorre una coppetta per l’acqua, un piattino di porcellana da usare come tavolozza e un po’ di carta assorbente da cucina per asciugare il pennello. Con il pennello N°2 delimitare il contorno dell’area che si vuol iniziare a dipingere con un tratto molto fine. Conviene esercitarsi su un pezzetto di carta tirando bene le linee in modo da scaricare il colore e provarne la consistenza che non dovrà essere troppo acquosa ne troppo asciutta.

Finito il contorno, cancellare bene con la gomma sintetica e iniziare a stendere una prima campitura. Si procede a zone, bagna con acqua pulita (pennello N°4) la zona da dipingere e procedi dopo poco con la tinta prescelta. Si parte da una tinta molto chiara alla quale si sovrappongono altre velature. Tra i passaggi attendi che la mano precedente sia perfettamente asciugata. Importante non insistere con il colore in un unico punto, ma velocemente passare il pennello su tutta l’area che si vuole dipingere.

Si può intervenire aggiungendo un’altra tinta a quella di base, quando non è ancora asciutta, per ottenere gradevolissimi effetti sfumati.

Fate esercizio sulle velature e nel tirare linee dritte e pulite con il pennello. Nel prossimo tutorial sarete pronti per seguire la conclusione della tavola botanica! Se avete dubbi o domande sarò lieta di essere utile.

Annunci

illustrazioni e acquarelli nei libri

8 ottobre 2013 § 26 commenti

Da circa un anno
mi occupo della grafica delle copertine dei libri dei Maestri di Giardino. L’Associazione ha già pubblicato 11 testi inediti che parlano di saperi, collezioni di piante, passioni, esperienze e piccoli aneddoti degli autori Associati/Maestri.

Le copertine devono riflettere lo spirito dell’autore e adattarsi al formato del libro, al tipo di carta e al carattere del testo utilizzati, perché quando si acquista un libro senza conoscerne trama né autore, il primo approccio cognitivo è fornito proprio dall’immagine sulla copertina.

***

For about a year I’ve been dealing with the graphics of the book covers of Maestri di Giardino (Masters of Garden). This Association has already published 11 unedited texts that talk about knowhow, plant collections, passions, experiences and small anecdotes of the authors Associates/Masters. Covers must reflect the spirit of the author and fit the size of the book, the type of paper used and the font of the text, because when you buy a book without knowing the author or the plot, the first cognitive approach is provided by the image on the cover.

libri copertine

Ogni libro è diverso: a volte si parte da un’immagine fotografica e la si trasforma, come nel caso della foglia di palma utilizzata nel libro di Mirco Bagaloni, o come per il ramo di salvia di quello di Elisa Benvenuti. Si accostano figure come nella copertina del libro di Frutti dell’Amicizia dove sono presenti quattro piccole cartoline, ognuna con una mela differente, di cui si parla nell’introduzione. Oppure con pochi tratti, tradotti in ricci rosa e nuvole di pensiero tipo fumetto, si cerca di rimandare subito a Rita Paoli e al suo libro “femminista”.

***

Each book is different: sometimes you start from a photographic image and then transform it, as in the case of palm leaf used for the book of Mirco Bagaloni, or for the sage branch of the script by Elisa Benvenuti. sometimes figures may be gathered together like in the cover of the book Frutti dell’Amicizia (Friendship’s Fruits) where there are four small postcards, each with a different apple, as narrated in the introduction. Other times a few strokes, rendered into pink curls and comic type thought clouds, try to put off immediately Rita Paoli and her  “feminist” book.

copertine libri

Sempre sorprendente è modificare un’immagine originale: per sottolineare la colta delicatezza di Maria Laura Beretta è stato usato un vecchio disegno botanico virato in seppia; per il delizioso libro di Didier Berruyer ho capovolto e attenuato nella tinta l’acquarello di un petalo sgargiante, cambiandogli un po’ il significato; oppure si aggiunge un tocco di colore a un disegno in bianco e nero, come per la copertina di Ritorno a Valverde. A volte si cerca un’idea e questa arriva dal web, come è stato per Il raccoglitore di semi di Valerio Gallerati, il cui contenuto ci è sembrato perfettamente anticipato dal paper cut di Silvia Raga. A volte invece si prende un’illustrazione bella e fatta e la si impagina.

***

It is always surprising to change an original image:  in order to emphasize the cultured delicacy of Maria Laura Beretta I used an old botanical drawings tacked in sepia; for the delightful book by Didier Berruyer I overturned and attenuated the shade of the watercolor of a flamboyant petal, modifying a bit its meaning;  sometimes you add a splash of color to a black and white drawing, as for the cover of Ritorno a Valverde (Back to Valverde). Other times we look for an idea and this comes from the web, as it was for Il raccoglitore di semi(The seeds collector) by Valerio Gallerati, whose content seemed perfectly anticipated by the paper cut of Silvia Raga. At other times you take a ready-made illustration and just lay it out.

s-chiarugi1

Nel primo libro, invece, Cosa c’è sotto di Diana Pace,  ho utilizzato un ritaglio di radici e terra tratto da un mio acquerello botanico che rappresenta una primula.

Dietro ad ogni libro tanto studio e lavoro fatto di prove, confronti e ripensamenti. Quando finalmente la copertina è definita si procede alla prova di stampa per evitare brutte sorprese e infine il libro è pronto per essere da voi scelto tra le tante proposte presenti sui ripiani della libreria di fiducia.

Per approfondire la conoscenza e la tecnica dell’acquarello botanico, se avete piacere, a fine mese il 27 ottobre , vi aspetto per un corso presso il vivaio Rose e Bacche di Maurizio Feletig, dove avrete l’opportunità di ampliare le conoscenze naturalistiche sviluppando la capacità di osservazione. Il corso prevede infatti il ritratto dal vero del soggetto botanico che permette di scoprirne ogni più piccolo dettaglio.

Per info e prenotazioni: tel. 349 5630513 – 011 9462377
I corsi sono aperti anche ai principianti.

I libri dell’Associazione Maestri di Giardino sono reperibili presso alcune librerie specializzate o direttamente nel sito dedicato disponibili anche in formato e-book.

***

In the first book, instead, Cosa c’è sotto (What’s underneath) by Diana Pace, I used a crop of roots and soil taken from a primrose botanic watercolor I realized.
Behind every book there’s a lot of study and work done with tests, comparisons and afterthoughts. When finally the cover is defined we proceed to a print test to prevent bad surprises and eventually the book is ready to be chosen by you among the many offers available on the local bookstore shelves.

To deepen the knowledge and technique of botanical watercolor, later this month on October 27th, meet me, if you like, for a workshop at the vivarium Rose e Bacche (roses and berries) of Maurizio Feletig, where you will have the opportunity to expand your knowledge by developing your natural observation capacity. The course contemplates a portrait of a real botanical subject so that you’ll be allowed to discover the smallest details.

For info and reservations: tel. 349 5630513 – 011 9462377
The courses are also open to beginners.

The books of the Association Maestri di Giardino (Masters of Garden) are available at some specialized bookstores or directly on the dedicated website and are also available in e-book format.

 

a bit of history… Botanical Illustration for Together for Christmas

6 dicembre 2011 § 24 commenti

La nascita dell’illustrazione botanica
si perde nell’antichità e coincide con la necessità dell’uomo di descrivere e distinguere le piante che possiedono proprietà mediche e alimurgiche.

Intorno al 1500 il disegno botanico inizia ad avere maggiore rilevanza.

Dapprima i disegni botanici venivano riprodotti nei testi da incisioni su tavole di legno, con un risultato alquanto impreciso. Con l’evoluzione delle tecniche di incisione, tra gli illustratori si diffuse una maggiore conoscenza botanica ed attenzione artistica e compositiva. L’acquarello per la sua immediatezza e resa sulla carta fu adottato da tutti i ritrattisti botanici. Gli stessi testi botanici stampati in bianco e nero venivano in un secondo tempo acquarellati a mano.

credits

Fin dall’inizio del diciottesimo secolo, tutte le principali opere sulle piante erano state scritte in latino, dotti e botanici professionisti usavano correntemente nomi latini. Non esisteva alcuna autorità preposta a stabilire i nomi delle piante, poiché erano descrittivi ogni botanico poneva l’accento sui particolari con il risultato di ritrovare una stessa pianta con due o più nomi differenti. Nel 1730 c.a. il botanico svedese Carlo Linneo mise un po’ di ordine proponendo di abbandonare i lunghi nomi descrittivi assegnando ad ogni specie un codice binominale .

In questa epoca di grande fermento scientifico e nuove scoperte geografiche il lavoro di botanici ed illustratori procede in sinergia. L’esigenza di ritrarre le nuove specie scoperte si fa sempre più forte, spesso con i bastimenti partivano anche qualificati disegnatori botanici.

Ai giorni nostri, seppur vi sia stato un notevole progresso in tutti i campi scientifici, la raffigurazione ad acquerello botanico rappresenta ancora il miglior strumento per ritrarre una pianta. Così come le tavole anatomiche illustrano le parti del corpo umano, anche l’artista botanico deve ricorrere al bisturi alla lente per sezionare fiori e piante.

Sebbene per il riconoscimento di una specie basterebbe un semplice ritratto a china in bianco e nero, la bellezza di una tavola botanica a colori non ha eguali, se ben eseguita, rievoca tutto il fascino del passato.

questo è il mio acquarello botanico partecipa a Together for Christmas

condivido la bella iniziativa di lavoro collettivo assieme a:

Marina, NicoleCristina, Mariangela, Sara-Sarlilla, Maria, Donata, OrnellaVaida, Dovile, Laura, Cagouille, Patrizia, Nath, Flavia, Camilla, Rachele,  Cinzia, Claudia, Couson, Poupette, Reve de Fil, Dany, Barbara , Mimma, Rita,Paola , Grazia, Luli , Monica,Claudia, Milena, Marina, Silvia, Agnieszka, Fiorella, Mimi du Canada, Raffaella, Lucia, Marcella, Cellorob,Manuela , Lory , Audrey , Françoise,Claudia , Roby, Paola , Dona, Silvia e Denny

ed ancora

Laura, Nadine, Paola ed Emilia che non hanno il blog!!!

***

…ed ancora per questo mese… vi ringrazio se vorrete votare ogni giorno con un clic aboutgarden! 
(su JE VOTE )
partecipo al concorso di Marie Claire Maison “Blog Déco 2011″

Annotazioni creative #novembre2018

9 novembre 2018 § Lascia un commento

In questo strano autunno, dopo il caldo, anche la pioggia non da tregua.

In giardino sono ancora molti i lavori da fare prima dell’arrivo dell’inverno, i bulbi da mettere a dimora, il prato che attende di essere tagliato per l’ultima volta per quest’anno e le talee. 

Per i giardinieri più organizzati è tempo di riposo, di seguito segnalo qualche evento riguardante il mondo dei fiori e le date dei miei prossimi workshop.

Ghirlanda S. Chiarugi 2018

eventi

novembre

Le prime riprese di grande produzione televisiva cino-taiwanese che ha scelto il mercato dei fiori della toscana per ambientare un reality show.
 Il programma Venus Flower Shop, produzione cino-taiwanese ha scelto il Mercato dei Fiori di Pescia per ambientare alcune scene di un reality show che vede come protagonisti grandi star nei paesi produttori dello show. In un episodio del reality si vedranno i protagonisti rifornirsi di fiori per avviare e gestire un negozio di fiori che sarà aperto nella città di Firenze in via Gibellina. Durante la prima parte delle riprese – sempre ambientate al Mercato dei Fiori – i protagonisti sono stati accompagnati da un personaggio d’eccezione: famoso flower designer Xu Fei, in arte 21. Venus Flower Shop andrà in onda su IQIYI, la più importante piattaforma streaming cinese, nel mese di gennaio.

Curiosità: Il negozio di fiori resterà in attività per un anno e sarà inserito nei programmi dei Tour Operator cinesi in Italia che visiteranno i luoghi dove si svolge il reality e quindi anche il Mercato dei Fiori a Pescia.

Xu Fei

18 – 19 novembre 2018

Mercato Fiori Piante Toscana – Città di Pescia (PT)

FioreColore

Terza edizione di FioreColore, evento dedicato al fiore a 360 gradi, dal titolo “Ritorno alla natura. Fiori a Km zero”. I colori tendenza nel floral designing declinati con la produzione floricola locale e le modalità per comunicare al meglio il mondo dei fiori attraverso Instagram saranno al centro dell’evento, che si terrà al Mercato dei Fiori di Pescia (PT). Ospiti di questa edizione: la floral designer polacca Iza Tkaczyk e la blogger e garden stylist Simonetta Chiarugi.

Per il pubblico, ingresso libero: domenica 18 novembre alle 14.30 (fino alle 17.30 circa) si terrà lo show-dimostrazione di Iza Tkaczyk: per la prima volta in Italia la floral designer polacca utilizzerà soprattutto i fiori di produzione locale, come calle, gerbere, gigli e rose, ma anche specie più particolari come agerato, celosia, curcuma o classici che stanno tornando alla ribalta come i gladioli e i garofani.

Lunedì 19 novembre – masterclass riservata agli operatori di settore (a pagamento – 50 euro – su prenotazione e a numero chiuso – massimo 25 partecipanti). 

Dalle 8.30 alle 13.30, si terrà la prima parte della masterclass con Iza Tkaczyk durante la quale la floral designer mostrerà e realizzerà in diretta alcune creazioni floreali: composizioni per la tavola e per la  casa, sia per le feste di Natale che per altri eventi, anniversari, celebrazioni.

Alle 14.30 la blogger e Garden stylist Simonetta Chiarugi, illustrerà le strategie per l’utilizzo efficace di Instagram per promuovere piccole e grandi imprese: dalla creazione e gestione del profilo.

Info e prenotazioni: 0572 453108 ufficio mercato dei fiori della Toscana.

Iza Tkaczyk 7_B.jpg

Workshop

24 novembre

Agricola Shop – Varese
Chiudi pacco green
Piccoli elementi vegetali come gli aghi di pino, bacche, ghiande o pigne possono diventare originali chiudi pacco per aggiungere unicità ai regali di Natale.
Per tutti gli amanti del verde e del fai da te che vogliono imparare a utilizzare al meglio i piccoli doni offerti dalla natura.
Durante il corso sarò fornito tutto l’occorrente per realizzare le decorazioni.
info e prenotazioni: info@agricolashop.it

25 novembre

Podere di san Fiorano (Lodi)
Ghirlanda di Natale

Nelle antiche serre del Podere di San Fiorano, luogo inaspettato e a incantevole che vi invito a visitare prescindere dal workshop, l’intera giornata sarà dedicata ad intrecciare ghirlande invernali con bacche, foglie e rami, per abbellire la casa o regalare a Natale.
Per accontentare le numerose richieste il corso si terrà sia la mattina dalle 9,30 -12,00 che il pomeriggio dalle 14,00 – 16,30
al termine sarà offerta una merenda con i dolci di L’orso in Cucina
info e prenotazioni 0377 53730

1 DICEMBRE

Vivaio F.lli Arimondo (IM)

Ghirlanda di Natale
Nella serra del bel vivaio nella Riviera dei Fiori, il pomeriggio sarà dedicato ad imparare a realizzare la più classica delle ghirlande di Natale utilizzando solo materiali naturali, senza colla ne spugna sintetica.
14,30 – 17,00 al termine sarà offerta una merenda a tutti i partecipanti
info e prenotazioni 3297155895

2 DICEMBRE

Agricola Shop – Varese

Segna posto
Con un po’ di manualità, fantasia e alcuni elementi naturali facili da reperire, potrete creare piccoli regali personalizzati per coccolare gli ospiti che siederanno alla vostra tavola di Natale.
Durante il corso ti forniremo tutto l’occorrente per realizzare le decorazioni.
10,00 -12,00
info e prenotazioni: info@agricolashop.it

8 DICEMBRE

Lascia la Scia – Coworking Lab

Corso di acquarello botanico
per cimentarsi con l’antica tecnica per imparare a ritrarre bacche e altri elementi vegetali per realizzare un quadro o una cartolina da regalare o regalarsi. Nozioni di disegno con copia dal vero, studio delle luci e uso del colore.
dalle 9,30 / alle 13,30
info e prenotazioni: 339 1925652

Acquarelllo S. Chiarugi

9 DICEMBRE

Garden Room – Celle Ligure (SV)

Ghirlanda di Natale
Nella mio atelier creativo, vi aspetto per insegnarvi a realizzare la più classica delle ghirlande di Natale utilizzando solo materiali stagionali freschi, senza colla ne spugna sintetica.
14,30 – 17,00 al termine sarà offerta una merenda a tutti i partecipanti
info e prenotazioni 3391925652

annotazioni creative #marzo2018

3 marzo 2018 § Lascia un commento

in questi giorni
più che immergersi nell’aria di primavera, pare di essere tornati in pieno inverno! Una spruzzata di neve è arrivata anche sulla spiaggia di Celle Ligure mentre il boscogiardino è sommerso dalla neve e sto fremendo per i tanti lavori che mi attendono e come ogni anno ho così voglia di scoprire quale piante hanno passato indenni le rigide temperature e deliziarmi delle nuove fioriture. Qualcosa in autunno sono riuscita a piantare ma molti bulbi sono ancora a languire nei sacchetti in attesa di trovare giusta dimora.

Quindi primavera, ti prego arriva presto che quest’anno più che mai ho bisogno di sentirti!!!

Come pianta del mese ho scelto  la Pilea peperomioides per ritirarne il fusto ad acquarello.

disegno pilea

Se vi piace, potete stamparla e incorniciarla! Non dimenticatevi poi di mostrarmi il risultato! Pilea piccola

scarica e stampa su carta di cotone 200 mm.

Workshop

24 e 25 marzo

NIDI  PASQUALI  DECORATIVI

Vivai della Colombara, (PD)
Con il materiale di risulta della potatura delle graminacee, realizzeremo dei nidi decorativi per ospitare uova o una piccola piantina fiorita per fare più bella la casa nel periodo pasquale o da regalare agli amici.

Orario 14,00 – 18,00
per info e prenotazioni: 3356642492

ACQUARELLO  BOTANICO

Vivai della Colombara, (PD)
Se vuoi imparare a dipingere con la tecnica dell’acquarello botanico per ritrarre ciò che di bello la natura regala, ti aspetto nella serra dei Vivai della Colombara, per una giornata di lavoro immersi nella magica atmosfera che regalano i fiori della primavera

Orario 10,00 – 17,00 con piccolo brunch
per info e prenotazioni: 3356642492

eventi

Inizia la girandola di manifestazioni vivaistiche, in questo vasto e ricco panorama vi segnalo gli eventi che conosco ed ho frequentato e quelli che mi sembrano più interessanti.

3 e 4 marzo

“Soffio di primavera”

Non si può perdere, la prima di tutte le manifestazioni vivaistiche per ordine di periodo inoltre si svolge nella splendida cornice di Villa Necchi a Milano.  Trenta vivaisti accuratamente selezionati presenteranno piante, fiori e prodotti da giardino che solitamente non si ha occasione di vedere nei numerosi appuntamenti floro-vivaistici della stagione primaverile.

ore 10:00 -18:00

5 marzo

Sanremo “Villa Ormond in Fiore 2018”

Conferenza a cura di Simonetta Chiarugi, acquarellista, botanica e scrittrice sul tema “Incantevole mondo dell’illustrazione botanica”. Appassionata di piante, sperimenta nel bosco-giardino della casa di famiglia nell’entroterra ligure, scrive e fotografa per alcune riviste di giardinaggio.

ore 16:00

10 marzo e 24 marzo

Se amate le ortensie non potete perdere il Corso di Potatura delle Ortensie
presso il vivaio I Giardini e le Fronde a Serravalle Scrivia l

Programma:
09:30 – 12:30 lezione pratica in parte in giardino ed in parte nel campo delle piante madri, dove le varie specie presentano età diverse e, quindi, esigenze di potatura differenti
12:30 Conclusione con aperitivo

Numero massimo di partecipanti: 6 persone
per info e prenotazioni  340.5697376

24 marzo – 25 aprile 2018

“Giardinity, nuovo impressionismo olandese”

Giardino di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin (Vescovana, Padova)
terza edizione di “Giardinity primavera – I Bulbi di Evelina Pisani”
una meravigliosa fioritura di 70mila tulipani olandesi che si mescoleranno,
come in un quadro impressionista, all’erba e ai fiori spontanei del giardino della Villa.
Inoltre un ricco programma di attività: visite guidate, incontri letterari e culturali, laboratori e attività ludiche per bambini e ragazzi, mostre, concerti, corsi di composizioni floreali, corsi di cucina con erbe, fiori e frutta, lezioni botaniche e“Le petit festival primaverile di piante, fiori e artigianato”

24 e 25 marzo

52 mostra della camelia di Verbania

Esposizione di 200 varietà di camelie ed itinerari nei parchi, giardini, vivai a piedi, in battello, su bici assistite e persino in volo alla scoperta delle camelie.

Il Lago Maggiore è il maggior centro di produzione di queste piante in Europa. Una proposta di viaggio nel primo weekend di primavera. E’ la prima mostra dedicata a questa pianta. L’evento è promosso dal Comune di Verbania e floricoltori locali, patrocinio Società Italiana della Camelia.

Foire ou salon Fleurs Plantes

Sophia-Antipolis, place Sophie-Laffitt

Nell’entroterra della Costa Azzurra francese, un luogo d’incontro tradizionale per amanti e professionisti di piante da giardino mediterranee organizzato ogni anno dall’associazione Société des Gens de Jardins Méditerranéens. “A ciascuno il suo orto” è il tema di questa 29esima edizione.

shopping

Ho scoperto su instagram i lavori di Carmelina Lounsbury, si definisce artista, scrittrice e poeta che esplora l’amore e la vita delle piante attraverso l’espressione poetica e l’arte visiva …naturalmente senza dimenticare l’uncinetto!

pizzo e acquarello .jpg

Su Etsy sono in vendita le sue creazioni.

………………

Se ti è piaciuto l’articolo e lo trovi utile… metti un “Like” e condividilo grazie!!!

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, puoi seguirmi sulle pagine:

Instagram: @aboutgarden
Facebook: aboutgarden
Twitter:@aboutgarden

annotazioni creative #ottobre2017

6 ottobre 2017 § 10 commenti

Ed è stato un attimo scivolare nell’autunno,
nel boscogiardino abbiamo inaugurato la stagione della stufa accesa e della teiera di ghisa. Ho fatto rifornimento della mia tisana preferita che ha un nome che è tutto un programma, Lady Camilla e mi ricorda una bella serata di qualche anno fa con il mio amore.
In giardino, come in casa, voglio fare spostamenti e nuovi interventi, questo è il momento perfetto perché la maggior parte delle piante è a riposo. Ho ripreso la palestra perché come dice mi figlio, giù i pensieri e su i bilancieri, e ha proprio ragione!
Ci sono tre ‘Annabelle’ cresciute da talea che aspettano di essere messe a dimora da circa due anni e qualche rosa da spostare, devo fare rifornimento di buona terra e fare spazio a qualche nuovo attrezzo da giardinaggio di cui poi vi parlerò. Voi che programmi verdi avete?

ottobre

eventi

7 ottobre

  • Domani 7 ottobre sarò ospite delll’evento Giardino Amore Mio organizzato nella splendida cornice di Palazzo Tartaglione a Marcianise (CE). Vi aspetto assieme a dopo le 17,00 per parlar di piante e giardini!

Sarà l’occasione per i visitatori di accogliere nel migliore dei modi la nuova stagione autunnale, apprezzandone le temperature miti e i colori sorprendenti. Sarà anche il modo di riconciliarsi con la natura dopo gli ingenti danni causati dal violento nubifragio che di recente ha colpito tutto il circondario.

Saranno presenti esperti del settore che terranno conferenze su diverse tematiche legate al mondo green. In particolare, Dolores Peduto (Ufficio Parco ed Acquedotto Carolino della Reggia di Caserta) terrà una conferenza dal titolo “All you need is smell. Il giardino inglese della Reggia di Caserta raccontato con il tatto e l’olfatto“. A seguire Marialuisa Squitieri (Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli) farà un approfondimento sul tema “Il giardino nel Medioevo: luogo di svago o luogo di lavoro” Infine Simonetta Chiarugi (blogger e autrice per Mondadori di libri di giardinaggio) terrà una relazione dal titolo “Buon Gardening!“. Saranno inoltre presenti associazioni, artigiani, artisti e produttori che rappresentano le diverse anime di una sensibilità green e si distinguono per un lavoro svolto in sintonia con la natura e nel rispetto di essa.

All’interno dell’evento sarà allestita una mostra fotografica di Damiano Errico.

Questo il programma dettagliato dell’evento:

Giardino Amore Mio
7 ottobre 2017, ore 17,00
Palazzo Tartaglione
via Tartaglione 8, Marcianise (Caserta)
Info: www.palazzotartaglione.it;

dal 13 al 15 ottobre

Journées des Plantes de Chantilly

Non vedo l’ora di partire per un breve viaggio in Francia e visitare questa manifestazione di giardinaggio.  L’evento di riferimento nel mondo del giardino, per oltre 30 svoltosi e nato a Courson si è trasferito a Chantilly nel 2015, riunendo 200 espositori nel maestoso parco di Domaine de Chantilly. L’eccellenza dei vivaisti europei scelti dai vari Comitati di Selezione, la Giuria Internazionale dei Meriti per premiare le piante più belle. Nursery, collezionisti, paesaggisti, professionisti del mondo vegetale, horticole di associazioni … Dalle piante rare ai classici,. oggettistica e mobili per l’arte del vivere in giardino, utensili da giardinaggio e accessori, artigianato tradizionale e know-how tradizionale. Conferenze, animazioni, workshop, consulenza.

Ovviamente farò presto un reportage!

dal 20 al 22 ottobre

DUE GIORNI PER L’AUTUNNO 

Castello di Masino, Caravino (Torino)
Alberi e arbusti dalle foglie gialle, arancioni e rossastre, sementi rare, rose a fioritura invernale e zucche ornamentali saranno tra i protagonisti della tredicesima edizione della “Due giorni per l’autunno”, la mostra e mercato di fiori e piante insoliti, attrezzi e arredi per il giardino organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano con la regia dell’Architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino, che da venerdì 20 a domenica 22 ottobre 2017 si svolgerà al Castello e Parco di Masino.

disegno con foglie

miscellanea

fino al 29 ottobre

LE POUVOIR DES FLEURS, PIERRE-JOSEPH REDOUTÉ 

A Parigi per tutti gli amanti del genere, una mostra imperdibile!

Tra scienza e belle arti, Pierre-Joseph Redouté incarna l’apogeo della pittura floreale; soprannominato il “Raffaello dei Fiori”, è diventato un modello ancora oggi celebrato grazie all’eleganza e alla precisione della sua interpretazione di una nuova flora che ornava i giardini tra la fine dell’Ancien Régime e la Monarchia di luglio.

Grazie alla generosità del Museo Nazionale di Storia Naturale, il Museo della Vita Romantica organizza per la prima volta in Francia una mostra dedicata a Redouté e alla sua influenza. Pittore botanico, ha contribuito all’era delle scienze naturali collaborando con i più grandi naturalisti del suo tempo. Ha risposto alla loro preoccupazione per la classificazione e l’identificazione delle piante riportate dai quattro continenti riproducendole in acquerello su velluto prezioso con rigoroso rigore scientifico e talento artistico senza precedenti. Pittore dei sovrani, dall’imperatrice Josephine alla regina Marie Amélie, è anche un incisore, un editor e un insegnante.

Musée de la Vie Romantique

Hotel Scheffer-Renan
16, rue Chaptal
75009 Paris

Téléphone :
+33 (0)1 55 31 95 67

 

tavolo con foglie

shopping

Must irrinunciabile di questa stagione, le ballerine! Sono follemente innamorata di questi due modelli di scarpe proposti in varianti di colori e materiali uni più bello dell’altro! Echi segue instagram difficilmente non le avrà notate.


Le ballerine a punta Mia Moltrasio sono proposte in vari materiali: il classico di fabbrica è in velluto ma anche raso, seta e tessuto jacquard. Immancabile l’inserto sul tallone in glitter o paillettes e la particolarità è anche l’abbinamento con la mini calza Alto Milano prodotta per Mia Moltrasio.


E poi c’è anche le La Babette,, la ballerina t-bar, realizzata in pelle interamente a mano nata dall’idea di sue amiche, Viviana e Serena, per accompagnare occasioni ordinarie e straordinarie di ogni storia di donna.

annotazioni creative #maggio2017

3 maggio 2017 § Lascia un commento

Anche quest’anno so già che non appena pronunciato il nome… maggio, svanisce!

Tanti gli appuntamenti in programma che non basterebbe una pagina, vi rimando al blog Fiori e Foglie che offre la selezione dei migliori eventi del settore.

Segnalo gli eventi ai quali parteciperò non solo come spettatrice ma anche per presentare i miei libri, realizzare workshop di decorazione e corsi di acquarello botanico.

mazzo con peonia

 

eventi

Venerdì 5 – sabato 6 e domenica 7

ORTICOLA

Milano la primavera è Orticola! Il tema della XXII edizione della mostra mercato milanese è ‘Le piante italiane per il giardino italiano’: i vivaisti presenteranno specie spontanee e naturalizzate in Italia che hanno bassi livelli di manutenzione e facili da coltivare. Non mancheranno piante curative, rarità, frutti, rose antiche e una nuova-nuova, la “Rosa Brera®” creata da Barni. Scopri il programma su orticola.org.

Quest’anno ci sarà anche CasaFacile con tante iniziative gratuite!

Leggi il programma qui sotto e iscriviti subito scrivendo a casafacile.orticola@mondadori.it (ricordati di mettere nella mail il titolo e l’orario del laboratorio o della consulenza che ti interessa, oltre al tuo nome, cognome e numero di cellulare).

Venerdì 5

  • Ore 12 – Workshop a cura della blogger CF style Simonetta Chiarugi dal tema “Creare una ghirlanda per tutte le stagioni”. Il laboratorio sarà partecipativo, durerà un’ora e potrai portare a casa il tuo manufatto. La partecipazione è gratuita, ma devi prenotare il tuo posto via mail (vedi sopra).
  • Ore 15 – Workshop a cura della blogger CF style Simonetta Chiarugi dal tema “Come moltiplicare e dividere le piante grasse”. Il laboratorio sarà partecipativo, durerà un’ora e potrai portare a casa il tuo manufatto. La partecipazione è gratuita, ma devi prenotare il tuo posto via mail (vedi sopra).

Qui IL PROGRAMMA COMPLETO DI CASAFACILE A ORTICOLA

Sabato 13 e Domenica 14

Un tè in giardino

Giardino e locali della Parrocchia San Martino di Murta

Dopo il successo dell’edizione del 2016 del “garden tea party” dedicato alla rosa e finalizzato alla raccolta fondi per la ricostruzione di un antichissimo ponte distrutto da un alluvione, ritorna l’atteso appuntamento a Murta, nell’entroterra genovese con il sogno di riuscire a realizzare “La via delle rose”.

Il programma per questa edizione vedrà protagonista un’altra regina dei nostri giardini: l’ortensia declinata in tutte le sue varietà compresa la Hydrangea Oamacha, unica pianta commestibile dalla quale si ricava un ottimo tè che naturalmente serviremo agli ospiti.
Sarà presente il vivaio “I giardini e le fronde” di Serravalle Scrivia con alcuni esemplari da collezione che Lucia Mazzarello spiegherà ai visitatori domenica 14 alle ore 17.00
Tra le graditissime presenze anche Simonetta Chiarugi che il 13 maggio a partire dalle 16.00 ci parlerà dei suoi bellissimi libri editi da Mondadori: Buon Gardening e Più orto che giardino, scritto con Camilla Zanarotti e terrà una dimostrazione di decorazione floreale.

XXII FESTA DELLE ROSE a CASTELGIULIANO

Mostra mercato di rose e piante da giardino dalle 9 di mattina al tramonto.
Il giardino di Palazzo Patrizi quest’anno è ancora più spettacolare per il verde intenso dei suoi prati e la magnificenza del suo roseto, uno dei più importanti in Italia. In questa cornice superba e nel giardino segreto del castello, sarà allestita la XXII edizione de “La Festa delle Rose”, piccola, ma raffinatissima, mostra-mercato di produttori di rose antiche, botaniche, HT introvabili, moderne. Con le rose ci saranno tutte le piante che naturalmente le accompagnano in un giardino, come Clematis, arbusti da fiore insoliti, erbacee perenni, aromatiche, ortive, graminacee e una speciale collezione di piante mediterranee endemiche, ma anche acquatiche, da ombra e da terrazzo e alberi da frutta antichi. Libri.

Sabato e domenica i 13, 14, 20, 21 maggio

MAGGIO IN FIORE 2017

Villa Della Porta Bozzolo, Casalzuigno (Varese)
Conversazioni sul verde, racconti d’amore per il giardinaggio, laboratori botanici, installazioni floreali per una primavera di delizia.

Villa della Porta Bozzolo, tipica Villa di Delizie concepita come residenza di campagna dedicata allo svago e al diletto nel pieno godimento della natura, della conversazione cortese, dell’arte e della musica, si completa nel suo vasto parco, con un giardino all’italiana caratterizzato da un significativo patrimonio di piante e fiori. Dal 2010 il parco si è arricchito di uno splendido roseto di notevole valore botanico, concepito come museo della storia della rosa, con oltre un migliaio di varietà di rose galliche e botaniche.

Villa della Porta Bozzolo è uno dei beni del FAI e nel mese di maggio celebra la fioritura del roseto con una rassegna di eventi e attività: Maggio in fiore. Il giardino dei saperi e dei profumi.
La corte d’onore, affrescata con trompe l’oeil di stampo architettonico rococò, secondo l’estetica barocca del “meraviglioso”, ospiterà tre installazioni floreali a cura di Sofia Meda – vivaista e architetto di giardini- ispirate alle fioriture di stagione, che si susseguiranno da una settimana all’altra, accogliendo il visitatore tra profumi avvolgenti e colori intensi.
La villa ospiterà inoltre una rassegna di attività dedicate all’intensa e simbiotica relazione tra uomo e natura, ricreando un’atmosfera di armoniose convivenze attraverso conversazioni sul verde, racconti d’amore per il giardinaggio, esperienze botaniche, workshop, laboratori per bambini e adulti.
A chiusura del mese, il 27 e 28 maggio la Villa ospiterà per il sesto anno consecutivo “Rose di maggio”, mostra e mercato dedicata alla “regina dei fiori”, simbolo al contempo di sensualità e purezza, di bellezza ed eleganza.

Sabato 20 maggio

15.00 alle 17.30Workshop di Acquerello Botanico a cura di Simonetta Chiarugi
Villa della Porta Bozzolo propone un originale corso di acquerello botanico  nello splendido contesto del parco della Villa. Il corso conduce alla scoperta del mondo botanico attraverso questa antica disciplina, dall’accurato disegno al dettaglio dell’acquerello ed è rivolto a persone di ogni livello di preparazione, munite di passione per il mondo naturalistico, il disegno e l’acquerello. ll costo del corso è comprensivo di utilizzo di colori, carta e pennelli. Chi già possiede una propria tavolozza e pennelli, potrà portarli e servirsene.

Domenica 21 maggio

12.00 – Presentazione del libro “’Buon Gardening” a cura di Simonetta Chiarugi
“Non sono un’esperta di piante, ma una semplice appassionata, molto curiosa e dotata di sufficiente manualità”. Genovese doc, Simonetta Chiarugi ha una storia davvero particolare: dopo aver studiato e lavorato a Milano nell’ambito della moda, lascia la carriera di stilista per dedicarsi al giardinaggio a tempo pieno. Prima crea il blog “Aboutgarden”, che in breve la fa diventare un punto di riferimento per i tanti amanti del genere green. Nel 2013 approda sui canali tematici televisivi di QVC con una rubrica in pillole dal titolo “Buon Gardening” e ora pubblica per Electa “Buon gardening”, offrendo tanti utili consigli su come coltivare, potare, innaffiare le singole piante, ma anche su come preparare tisane, sciroppi o zuccheri profumati ai fiori, e dar vita a decorazioni per la “casa per tutte le stagioni a partire da rami, fiori, petali, foglie. Il suo credo? “Non esiste il pollice verde: sono l’amore e la passione di chi si mette in ascolto, di chi guarda e ascolta i bisogni delle piante gli ingredienti necessari per fare buon giardinaggio”.

Qui il programma completo di  MAGGIO IN FIORE 2017

Lunedì 22 partito per Londra per visitare il Chelsea Flower Show e tanti giardini…

Seguitemi su Facebook e Ig stories, vi mostrerò le mie scoperte!!!

annotazioni creative #marzo2016

2 marzo 2016 § 14 commenti

A marzo
sono tanti i fiori che fanno capolino nel mio bosco, ma gli ellebori…
gli ellebori, ogni volta mi lasciano senza fiato!!! Sono piante adulte di circa 6 anni, ma ci sono voluti tre anni, il tempo che di solito ogni pianta necessita per svilupparsi e diventare bella, prima di godere di queste immense e colorate fioriture, avevo acquistato tempo fa piccolissimi ibridi di Helleborus orientalis al LIDL, si sono moltiplicati ed ora invadono felicemente le vallette umide che lambiscono il piccolo rigagnolo d’acqua che attraversa il mio bosco-giardino. A sorpresa ora mi ritrovo piante con fiore differente, a corolla semplice, semidoppia o doppia  e alcuni guttatus, i cui petali interni sono pigmentati da una pioggerella di colore carminio scuro! Per note di coltivazione vi rimando questo mio vecchio articolo.

ghirlanda marzo

ghirlanda-paper-cut completa marzo

  • Ho preparato per voi qui le istruzioni della ghirlanda di marzo e qui la sagoma pronta da stampare. Se la realizzate mandatemi una foto!

marzo copia 2

MARZO è il mese giusto per potare  ✄ molti arbusti tra i quali le ortensie, ma per non sbagliare e compromettere la fioritura … non perdetevi la nuova puntata  con i consigli delle 2 Ladies in giardino.


Ricordate di iscrivervi al canale Youtube, per non perdere nessuna puntata e per aiutarci a crescere 😉

grazie

paper cut marzo

5 e 6 marzo

In occasione della mostra Eccentrica Natura. Frutti e ortaggi stravaganti e bizzarri nei dipinti di Bartolomeo Bimbi per la famiglia Medici, Palazzo Madama propone un laboratorio di disegno e acquerello botanico tenuto dall’artista Angela Petrini, che attraverso le opere di Bartolomeo Bimbi e gli esemplari tridimensionali del Museo di Storia Naturale di Firenze e del Museo Garnier Valletti di Torino fornirà una prima riflessione sulle origini dell’illustrazione botanica e sull’attualità di questa tecnica per una conoscenza completa delle caratteristiche delle specie vegetali.

Info:
qui

6 marzo 2016

dalle 14.30 alle 18.30

Presso Vivai Montina – Cisano sul Neva (SV), si svolgerà il corso “Il Galateo a tavola”condotto dall’esperta e bravissima Barbara Ronchi della Rocca, giornalista televisiva, scrittrice, consulente del Quirinale ed esperta di buone maniere, svelerà i segreti del linguaggio dei fiori  e porterà alla scoperta del magico mondo floreale, spiegando a chi, quando e perché regalare fiori. Perché da sempre i fiori sono utilizzati per esprimere un augurio o un ringraziamento, una partecipazione o un sentimento. Le regole del bon ton a tavola: apparecchiare con gusto e raffinatezza, avere o essere ospiti, fiori in casa e da regalare o “non” regalare, Linguaggio dei fiori: eleganza, simbologia e curiosità del mondo vegetale. A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato firmato da Barbara Ronchi della Rocca ed una cartellina informativa.

per info:
tel: 182 595033
www.vivaimontina.it

 

logo FAI

19 e 20 marzo

XXIV edizione delle Giornate FAI di Primavera

Partecipa anche tu ad un week-end di cultura! Io sarò impegnata in veste di capo Delegazione FAI di Savona per il tradizionale evento nazionale Giornata FAI di Primavera, un fine settimana di cultura, arte e bellezza in cui il FAI propone visite a contributo libero di siti artistici e paesaggistici, spesso inaccessibili ed eccezionalmente aperti al pubblico. Quest’anno a Savona e nella sua provincia si potranno visitare alcuni gioielli Liberty ed in particolare un fiore all’occhiello che rappresenta uno dei capolavori di questo stile in Liguria ma di cui ancora non posso parlarvi, il programma è top segret fino a circa due settimane prima dell’evento, vi invito a informarvi tra qualche giorno direttamente sul sito del FAI selezionando regione e provincia.

annotazioni creative #maggio2015

1 maggio 2015 § 4 commenti

Maggio dovrebbe avere il doppio dei sui giorni! maggio

Tanti gli impegni per gli appassionati di giardinaggio che cercano di dividersi tra i lavori in terrazzo o giardino ed essere presenti a qualcuno degli innumerevoli appuntamenti dedicati al verde. Il mio bosco-giardino si sta risvegliando e ogni giorno regala sorprese, è il momento dei mughetti!

lily of valley

Quest’anno potrò godere poco delle sue bellezze, sarò impegnata per presentare il mio libro, invitata nelle librerie e in alcuni importanti eventi vivaistici, potrebbe essere l’occasione per conoscerci!!! ecco dunque il mio calendario

1 maggio

proprio oggi alle 10,30 sarò al castello di Masino, per l’evento ” Tre giorni per il giardino” organizzato dal FAI.

2 e 3 maggio

Vi aspetto per la terza edizione di That’s Aromi, quest’anno l’appuntamento con la manifestazione che organizzo per il Comune di Celle Ligure, dedicata agli aromi del Mediterraneo, al gusto, alla salute e al benessere, raddoppia e approda ai Piani di Celle. All’interno dell’evento tanti i momenti di svago, dalla caccia al tesoro botanica organizzata dal gruppo Scout di Celle Ligure, alle danze e balli occitani. Ospite d’onore Alice di Salvia&Rosmarino con uno showcooking all’insegna della cucina ligure.

16 maggio

alle ore 15,00 sarò con il mio Buon Gardening! a Vicenza, a Piazza da Schio in Fiore mostra mercato veneta di piante rare e insolite, antiche e botaniche, libri, pitture, arredamento per il giardino giunta alla sua ventesima edizione.

17 maggio

E’ la volta di Roma, al Festival del Verde e del Paesaggio, ci potremo incontrare alle ore 17,00 quando presenterò Buon Gardening!

20 maggio

doppio appuntamento a Torino, alle ore 18,00 alla libreria OOLP e alle 21,00, per “Chiacchiere di giardinaggio insolito” sarò ospite dell’associazione Uno Sguardo nel verde, alla libreria NB, Nota Bene.

il 26 maggio

Sono finalmente nella mia città a presentare il libro ad amici e parenti, vi aspetto alla Feltrinelli di Genova alle ore 18.00.

29 maggio

Sarò a Mondovì, in un bellissimo negozio di fiori in Via Santuario, vi aspetto alle ore 18,00 per la presentazione del mio libro.

31 maggio

a Torino alla manifestazione ORTIINFESTIVAL, dove dalle ore 11.00 alle ore 12.30 sarò presente con uno showcooking durante il quale preparerò una ricetta tratta dal mio libro fedele alla filosofia dell’evento che propone la valorizzazione dei prodotti orto-frutticoli. Ce la farò a sostenere tutti questi impegni? inoltre…

Dal 27 maggio al 24 giugno 2015

presso il Giardino Botanico di Villa Bricherasio
PRIMA EDIZIONE CORSO DI ACQUERELLO BOTANICO EN PLEIN AIR PER ADULTI:
“IL GIARDINO A DUE VOCI” DI TIZIANA LERDA
Cinque lezioni ogni mercoledì pomeriggio dalle ore 17,30 alle ore 19,30 presso il Giardino Botanico di Villa Bricherasio, per imparare a ritrarre la flora presente nel parco.
Il laboratorio didattico – creativo “Il giardino a due voci” nasce con l’obiettivo di stimolare i partecipanti all’osservazione diretta di alcune specie vegetali ed imparare ad ascoltare la voce dell’anima e dalla natura circostante. Una location unica, costituita da tre zone distinte (zona mediterranea, continentale e zona temperata fredda) caratterizzate da un continua alternanza di fioriture e da suggestivi scorci paesaggistici, frutto della passione del proprietario Domenico Montevecchi.
Un’ occasione per essere non solo semplici visitatori del giardino, ma artefici delle proprie creazioni su carta. Grazie a nozioni di disegno, informazioni di morfologia vegetale dei soggetti trattati, informazioni sulla mescolanza dei colori, i partecipanti sperimenteranno gradualmente la tecnica a matita ed acquerello e conosceranno il fascino della pittura en plein air.
per info: Tiziana Lerda: cell. 348 0521202 oppure lerda.et@agx.it

giardino privato nel Monferrato Casalese

22 giugno 2012 § 21 commenti

Quanto sottile può essere
il confine tra lo stile romantico e quello Shabby Chic?
Gli elementi di interesse storico e botanico della Cascina San Giovanni sono facilmente individuabili. Villa padronale del 1862 dotata di torre con orologio, giardino a stanze delimitato da topie di vetusti bossi, bordure miste all’inglese, parterre di rose rifiorenti, gazebo, treillage e sedute in ghisa.

Il progetto di ristrutturazione dei proprietari che acquistarono nel 1993 la proprietà si sviluppa sulla base di un preesistente giardino di pertinenza studiato allora per coniugare l’esigenza agricola di un orto e frutteto alla formalità di un più intimo spazio di verzura realizzato seguendo i dettami della più antica tradizione italiana.

Rosa Clair Matin e Salvia sclarea    – Stachis lanata

I due spazi di fondono al paesaggio circostante che diviene parte integrante del giardino della tenuta, ubicata su una collina, gode di una favorevole visuale panoramica su Casale Monferrato e sulla campagna circostante.

Un attento e paziente lavoro di recupero durato circa tre anni ha riportato alla luce l’antico disegno e messo in evidenza le specie vegetali di maggiore interesse divenute struttura portante del nuovo intervento.

Rosa Banksiae rosa

L’amore per le piante è cresciuto e maturato con l’evolversi dello spazio verde. Per il giardino formale sono state privilegiate piante che possano offrire interessanti fioriture, bossi centenari racchiudono rose ‘Clair Matin’, ‘Cécile Brunner’, ‘Pierre de Ronsard’, ‘Iceberg’, ‘chinensis mutabilis’ e qualche altra rifiorente inglese, iris e ortensie.

Il centro è sottolineato da una vasca ovale in cui zampilla l’acqua. Tra le sinuose siepi di bosso perfettamente potate sono incastonate preziose sedute in ghisa per piacevoli soste che invitano ad ammirare romantici scorci. Nel frutteto dominano alberi di particolari varietà di pero, in passato presenti anche potati a spalliera lungo il muro perimetrale del giardino formale.

Centranthus alba –  Centranthus ruber

Dietro la casa padronale è nato un giardino dal gusto tipicamente inglese con bordura mista in cui sono alternate macchie di Rose, Centranthus, Salvia sclarea, Stachis lanata, Lavande, Spiree, Allium e altri interessanti piccoli arbusti.


invito a visitare i post che con me partecipano a

    Shabby Chic on Friday

Casa Shabby Chic
La Gatta sul tetto
So beautiful things
Mi precious Rincon
Punto Cruz
About Garden
Giato Saló
Shabby Chic
Life
Victorian Age
Clicca sulle foto per vedere gli
altri post sull’argomento: 
” Shabby Chic on Friday”


Se vuoi partecipare
scrivi a
wonen-con-amore@live.nl

Risultati della ricerca

Stai visualizzando i risultati della ricerca per disegno botanico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: