Ghirlanda con fiori di montagna

7 luglio 2017 § 8 commenti

Lo scorso fine settimana ero a Gressoney Saint Jean,
per la manifestazione vivaistica Artemisia. Tra gli eventi in programma ho proposto la realizzazione di una ghirlanda con fiori di montana che in questa stagione abbondano nei prati e negli incolti. Un’ora prima della dimostrazione di decorazione ho fatto una passeggiata alla ricerca del materiale.

fiori di montagna

Ecco il mio bottino, dall’alto a destra in senso orario:

  • Malva moschata
  • Heracleum sphondylium 
  • Cardus floratus
  • Epilobium angustifolium 
  • Veccia montana

 

Ghirlanda di montagna
Per realizzare la ghirlanda ho preparato la solita base di Clematis vitalba oppure guardate questo mio tutorial. Preparate tanti piccoli mazzetti con tre piante differenti e fermatene i gambi con un po’ di fil di ferro. Sempre con il fil di ferro fissate poi i marzolini alla base fino a completare il giro.

Le cesoie (so che me lo chiederete… ) le trovate qui.

 

Tulipani e composizioni floreali

11 maggio 2017 § 4 commenti

Quando si dice un mazzo di tulipani…
non dieci, non venti…
30 tulipani bianchi!

Tulipani composizioni

Non fanno un bell’effetto? Affinché durino a lungo nelle composizioni immersi in acqua o nella spugna artificiale, eliminate le foglie basali che altrimenti tederebbero a marcire e incidete di netto con un taglio obliquo il gambo con una lama ben affilata per aumentare la superficie di assorbimento dell’acqua.

modellare tulipani

I gambi dei tulipani si incurvano facilmente lavorandoli delicatamente con il calore delle mani, così da adattarsi a ogni composizione.

Essere malleabili è una grande dote, si impara con il tempo e con gli insegnamenti della vita!

mini Stella di Natale last-minute

24 dicembre 2016 § Lascia un commento

Per un piccolo regalo last minute,
utilizza una Stella di Natale in formato mignon, la puoi trovare per pochi euro dai fioristi e in molti supermercati.

cono portafiori con Stella di Natale.jpg

Cosa occorre.

– latta vuota di metallo dell’olio di oliva
– forbici in acciaio
– primer aggrappante
– vernice acrilica opaca o bomboletta spray
– Fil di ferro di due differenti spessori

taglio-latta-per-cono-portafiori

Ritaglia la latta con le forbici seguendo il disegno e con un chiodo e martello, fai dei fori sui lati esterni distanti tra loro due centimetri.

lavorazione-cono-portafiori

Curva la sagoma di latta formando un cono e cercando di sovrapporre i fori praticati nelle parti laterali. Fai passare il fil di ferro più sottile per chiudere il cono. Prepara due fori laterali per fissare la maniglia realizzata con il fil di ferro di diametro più grosso.

Stendi una o due mani di primer aggrappante e ultima con vernice acrilica nel colore preferito oppure utilizza la magica vernice Chalk Paint di Annie Sloan che aggrappa su qualsiasi superficie senza necessità di prettatarla e puoi acquistare sul sito de Il paradiso di Silvia,

svasare-stella-di-natale

sacchetto-per-pane-di-terra-stella-di-natale

Svasa la piantina e avvolgi il suo pane di terra in un piccolo sacchetto in plastica prima di inserirla nel cono. Completa la decorazione coprendo il pane di terra con del muschio e aggiungi una tag con gli auguri.

Bagna frequentemente servendoti di un piccolo innaffiatoio o dirigendo sul terriccio lo spruzzo di un vaporizzatore.

muschio-per-cono-portafiori-stella-di-natale

Ho realizzato questa decorazione per l’iniziativa Stars for Europe che promuove una corretta informazione sulla Stella di Natale (o Poinsettia) per apprezzarla nella sua versatilità.

Se vuoi scoprire altre idee per creare decorazioni con la Stella di Natale, ti invito a visitare questo link. Per utilizzarla come fiore reciso e prolungarne la durata, qui le istruzioni, terminate invece le feste, ecco qui cosa fare della tua Stella di Natale.

Ghirlanda semplice di olivo

6 dicembre 2016 § 6 commenti

Qualche giorno fa mentre ero al lavoro
nella mia Garden Room, con la coda dell’occhio ho visto trascinare alcuni rami di olivo.

via-prati

La potatura dell’olivo si esegue in questo periodo, successivamente al raccolto dei frutti, così il mio vicino molto zelante ha provveduto a ridare forma all’alberello del suo giardino che si affaccia su via Prati.

occorrente-ghirlanda

Come potete immaginare, non ho potuto permettere che tutto quel materiale vegetale andasse al macero, avevo in mente da tempo una ghirlanda creata semplicemente legando assieme dei fasci di olivo.

Cosa occorre:

  • Rami di olivo
    Fil di Ferro
    Mollette da bucato

passare-il-filo

ghirlanda-finita

Aspettate due o tre giorni affinché le foglie di olivo perdano un po’ di freschezza e di volume. Recidete diversi rami scegliendo i più lunghi, e adagiateli in forma circolare su un piano orizzontale. Con le mollette da bucato bloccate in più punti la ghirlanda e fissate i rami avvolgendoli con il fil di ferro.

ghirlanda-fondo-rosa

Completate eventualmente a piacere con una catena luminosa al LED.

Diy: ghirlanda autunnale

4 novembre 2016 § 2 commenti

Ecco una ghirlanda
che si veste  con i colori più accesi dell’autunno, un  Total Orange dove le bacche di piracanta e le gerbere sono le protagoniste assolute. Mentre le gerbere le potete acquistare dal fiorista, l’unico modo di procurarsi la piracanta è quello di coltivarla in giardino o sul terrazzo, è un sempreverde che cresce velocemente e regala in questa stagione un’esplosione di colore, se amate la tonalità arancio, sceglietela nella varietà  Pyracantha ‘Orange Glow’. Per chi invece non ha la possibilità di coltivarla o procurarsela tramite amici, fate come me, ho atteso la potatura degli arbusti comunali, è infatti una pianta spesso utilizzata nei contesti verdi urbani.

ghirlanda-base

Cosa occorre:

– Rami carichi di bacche di Pyracantha ‘Orange Glow’
– Base di Clematis vitalba (come preparata qui)
– Fil di ferro da fiorista

Sulla solita base di Clematis vitalba intrecciata, legate il capo della spoletta di fil di ferro alla base della ghirlanda e fissate man mano i rametti di piracanta alternandoli alle gerbere che avrete precedentemente gambato.

 
Ghirlanda autunnale.jpg

Alcuni fiori hanno gambi teneri che durante la lavorazione potrebbero staccarsi dal calice. Ecco un piccolo video dove vi svelo la tecnica per irrobustire i gambi dei fiori !

paticolare-gambatura-fiore

Quando realizzate una composizione che non prevede uso di oasis, per far durare più a lungo i fiori, prima di fasciare i gambi nella guttaperca avvolgeteli con un pezzetto di cotone idrofilo bagnato e sigillate con un po’di carta stagnola.

Buon Natale 2015

24 dicembre 2015 § 7 commenti

Buon Natale amici cari!

Buon Natale 2015 ok

La mia ghirlanda è realizzata con una pianta sempreverde tipica della nostra macchia mediterranea, il corbezzolo, usatene le sommità più piccole. Le foglie si mantengono belle per molto tempo e nel linguaggio dei fiori, il corbezzolo è simbolo di ospitalità, quindi perfetto per questi giorni di festa.

Immancabili le lucine che pare che quest’anno siano un must!

Nappine di bacche di rosa #natalealverde2015

22 dicembre 2015 § 22 commenti

La terza volta
che sono passata per quella stradina non ho più resistito, accostata la macchina sono scesa armata di solo desiderio di impossessarmi di quelle grosse e grasse bacche di rosa che pendevano dalla cima di un vecchio muro. Una rosa giallo limone, forse una thea, che a testimonianza della sua identità aveva ancora qualche fiore aperto. Mi sono arrampicata come potevo, visto che come al solito indossavo i miei adorati zoccoli, fortuna che  in quel momento non passava anima viva ad assistere alla scena. In fondo sono solo una manciata di cinorrodi, ma sempre di furto si trattava!

ingredienti nappine cinorrodi

Avevo in mente cosa fare di loro già dal primo momento in cui li ho visti.

nappina di cinorrodo

Delle belle nappine!  Ecco che ritornano, dopo quelle realizzate con gli aghi di pino é la volta delle nappine di cinorrodi.

Cosa serve:

  • Cinorrodi
  • Mini trapano o piccola trivella a mano
  • Fil di ferro da fioristi
  • Forbici
  • Ago da lana
  • Corda fine

avvolgere corda x fare nappina

nappina con lo spago

Eliminate il picciolo dal cinorrodo e con il mini trapano praticate un foro che lo attraversa in senso verticale. Preparate la nappina avvolgendo almeno 20/25 giri di corda su un cartoncino rigido (il mio è alto 7 centimetri). Con il fil di ferro passate sotto ai fili in corrispondenza della parte superiore del cartoncino, sfilate la corda dal cartoncino e stringete per bene attorcigliando le due estremità del fil di ferro.
Tagliate il bordo inferiore dei fili di corda e pareggiateli. Con l’ago da lana rifinite la nappina avvolgendo un po’ di filo subito sotto il cappio superiore.

inserimento fil di ferro

ultime costruzione fasi nappina.jpg

Fate passare il fil di ferro attraverso il foro praticato nella bacca e formate un piccolo occhiello. Preparate un cordoncino e inseritelo nell’occhiello.
La nappina è pronta per essere appesa a un pomolo, abbellire un dono o essere utilizzata in qualsiasi modo la vostra fantasia possa suggerire.

L’unica incognita è la loro conservazione… ma vi farò presto sapere!

nappine di cinorrodi

Curiosità

cinorrodo-schema-2

source

I cinorrodi sono i falsi frutti che la rosa produce dopo la fioritura, i veri frutti, sono in realtà gli acheni, quelli che noi chiamiamo semi, di colore giallo o marrone, frammisti a peli.

tipi-cinorrodi

source

La forma, il colore e le dimensioni dei cinorrodi variano in base alla specie di rosa, possono essere più o meno allungati, sferici o piriformi, tinti di  verde, arancione, giallo, rosso e quasi neri o blu  piccoli come un pisello o grandi quasi come una prugna, infine la superficie può essere liscia o ricoperta da aculei.

 

Questo è l’ultimo appuntamento di quest’anno per Natale al Verde, l’iniziativa promossa

da AboutgardenL’ortodimichelle e GiatoSalò

NATALEALVERDEGLITTER

Grazie di cuore a tutti i bloggers che con entusiasmo hanno partecipato:
BlossomZine blog – Cakegardenproject – Capo Verde – GiardiNote – Giardino Metropolitano – GiatoSalò – Home Refresh – Kokedama & Co – Le Vie en Rose de Sami – Lavori in giardino – L’orto di Michelle – L’orto dei colori – Madreselva – Orti in progress – Pane amore e magia – Passeggiando in giardino – 4 Piedi & 8,5 Pollici – Quattro toni di verde – Salvia e Rosmarino – Ultimissime dal forno – Ultimissime dall’orto – Un giardino in diretta – 25mq-di-verde – Vivre Shabby Chic
Trovi tutte le immagini dell’iniziativa nella board di Pinterest dedicata a #natalealverde
 Oggi puoi partecipare anche tu!
pubblica la tua proposta nei social utilizzando
#opendaynatalealverde2015

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria composizioni floreali su aboutgarden.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: