Condizionare i fiori per le composizioni

21 febbraio 2018 § Lascia un commento

Per prolungare la durata dei fiori
nelle composizioni dovrete condizionarli attraverso un procedimento tanto semplice quanto efficace. Procedete rinfrescando il taglio del gambo con una lama affilata ed eliminate tutte le foglie. I fusti cavi andranno tagliati in orizzontale al contrario di tutti gli altri che dovrete tagliare in obliquo, infine immergeteli in un secchio contenente acqua fresca per un periodo che può variare dalle 2 alle 8 ore.
Tale trattamento si effettua prima di utilizzare il materiale vegetale per le decorazioni ed è utile affinchè i gambi dei fiori possano assorbire una grande quantità idrica.

Condizionare i fiori

Alcuni fusti particolarmente carnosi e pieni d’acqua oppure quelli che emettono latrice, possono essere cauterizzati immergendoli dapprima in acqua bollente e successivamente in acqua fredda.

Annunci

ball di muschio

23 gennaio 2018 § 10 commenti

Mi piacciono molto le sfere da utilizzare come decorazioni, nel boscogiardino ne ho sistemata qua e là qualcuna di terracotta, vorrei presto farne altre in cemento, tempo fa vi avevo raccontato come fare delle sfere utilizzando le bellissime foglie color argento della Stachys lanata e a dicembre ho preparato quelle di muschio. 

ball di muschio

Con le sfere di muschio potete creare allestimenti molto suggestivi, sono semplici da realizzare e sono molto belle quando il muschio è fresco e mantengono il loro fascino anche quando sarà essiccato. 

Ecco cosa occorre:

  • Muschio fresco (da acquistare dal fiorista o se raccolto in natura accertatevi delle leggi in materia in quanto ogni regione stabilisce un minimo quantitativo)
  • Carta straccia e di quotidiano
  • Fil di ferro da fiorista.appallottolare carta ball di muschio

bagnare carta sfera di muschio

Appallottolate le carte e bagnate con acqua man mano che procedete per aumentare il volume della sfera.

aggiungere muschio ball di muschio

Assicuratevi che il muschio sia umido (altrimenti bagnatelo con uno spruzzino) e avvolgetelo sulla sfera di carta fissandolo con il fil di ferro. Nel procedere con questa operazione assicuratevi di tirare per bene il filo affinché non diventi troppo lasco quando la sfera essiccando perderà volume.

fermare con fil di ferro ball di muschio

fil di ferro ball di muschio

Potete mantenere sempre verde e fresco il muschio spruzzandolo ogni tanto con l’acqua che penetrerà anche nella carta che farà da spugna rilasciando lentamente l’umidità assorbita. 

ball di muschio 2

varietà di eucalipto da fronda

5 gennaio 2018 § Lascia un commento

Con il termine 
verde da fronda si intende indicare le foglie delle piante che vengono coltivate per ottenere fronde destinate al mercato dei fiori recisi.

Eucalyptus

L’eucalipto é una delle piante da fronda must degli ultimi tempi, spesso accompagna i fiori nei bouquet delle spose e fa bella mostra nelle case in stile nordico.

Sono più di 700 le varietà di eucalipto, la maggior parte è nativa dell’ Australia, alcune della Nuova Zelanda e altre delle isole del sud Asia. Le foglie di quasi tutte le varietà emettono un buon profumo canforato grazie agli oli essenziali in esse contenuti, ma sono apprezzate più per il colore grigio/azzurro e la loro forma.

varietà eucalyptus

Ecco un piccolo vademecum per riconoscere alcune delle varietà ornamentali più utilizzate:

Foglie tonde
Le varietà più utilizzate nelle composizioni floreali presentano foglie più o meno tonde, le più comuni sono  Eucalyptus cinerea, Eucalyptus gunnii

Foglie ovali
Molte sono le varietà di eucalipto che producono foglie ovali o cuoriformi che talvolta si tingono di tonalità rosate. La più apprezzata appartengono a Eucalyptus populus 

Foglie lunghe e strette 
Forse il più conosciuto tra gli alberi di eucalipto é Eucalyptus globulus, dal quale si ricava l’olio essenziale più pregiato e presenta lunghe foglie lanceolate. Più piccole e di grande interesse per il mercato dei fiori recisi é invece Eucalyptus parvifolia, dalla forma che sottolinea l’appartenenza alla famiglia delle Myrtaceae ed é simile infatti a quelle del mirto. 

Hai già scaricato il pdf con il mio acquarello che ritrae un tralcio di eucalipto? Se ti può interessare clicca qui

 

fiori e foglie artificiali

29 dicembre 2017 § Lascia un commento

Qualche giorno fa
mi è stato chiesto quali piante coltivo nella mia Garden Room, e comunque quali si possono coltivare in luoghi dove la luce arriva poco o niente.

Le piante per crescere e svilupparsi hanno bisogno di compiere la fotosintesi clorofilliana, il processo biochimico mediante il quale la luce solare viene catturata per essere trasformata in sostanze nutrienti che ne garantiscono la loro sopravvivenza. Quindi senza luce è impossibile coltivare alcuna pianta!

Filodendro nella Garden Room                                  foglie di filodendro fissate alla parete con washi tape

La soluzione è utilizzare elementi vegetali morti, disidratati o artificiali, a me piace alternarli con il trascorrere delle stagioni, in autunno utilizzo le foglie secche, in questo periodo pigne e rami di pino essiccato sono il must ma a gennaio saranno sostituite con poche foglie di Philodendron (pianta da appartamento della stessa famiglia della Monstera, ora tanto in voga) per soddisfare la mia voglia di pulizia e minimalismo del dopo festa! Ovviamente non potevo che utilizzare foglie artificiali, un aggettivo sicuramente diverso da “finto” e che non fa rima né con cheap né con cattivo gusto.

particolare Filodendro copia 2

Tutto dipende dall’uso che ne viene fatto e dalla qualità. Nella mia Garden Room ho utilizzato foglie prodotte e lavorate a mano di Fiori&Fiori  che puntano all’apparenza realistica e naturale e all’ampia varietà.

tagliare gambo

piegare gamboLe foglie hanno un gambo animato in fil di ferro che ho accorciato con il tronchese.

Poiché desidero alternare con facilità le mie composizioni stagionali, ho fissato le foglie di filodendro con del nastro adesivo removibile colorato, ho una bella collezione di washi tape, ne ho scelto uno a righe sui toni del grigio.

Vi invito a dare un’occhiata al sito dove troverete tutti i prodotti in grado di soddisfare ogni vostra esigenza e a stimolare la creatività. Mi raccomando, fatene buon uso perché si fa presto a cadere nel kitsch! 

Filodendro

Ghirlanda con Stella di Natale

12 dicembre 2017 § 9 commenti

La Stella di Natale,
è un classico tra le piante che caratterizzano il periodo delle festività, con le loro brattee a forma di stella dai colori brillanti, rallegrano la casa e sono un dono sempre molto gradito.

Pianta Stella di Natale rosa

Gli steli di  Poinsettia  o Euphorbia pulcherrima, corretto nome latino della pianta, possono essere recisi per creare interessanti decorazioni come la classica ghirlanda realizzata con base di abete nobilis e impreziosita da qualche pigna, se poi volete azzardare insolite colorazioni, osate le tonalità fucsia di Princettia, la Stella di Natale ottenuta da una particolare ibridazione

materiale ghirlanda

Occorrente:

– Base di rami intrecciati o di fil di ferro spesso.
Steli di Poinsettia
– Abies nobilis
– Pigne
– Cesoie
– Fil di ferro da fioristi

inizio ghirlanda

Utilizzate una base per ghirlanda già pronta oppure realizzatela attorcigliando dei tralci di piante che producono lunghi rami flessibili, come il glicine, il kiwi, la clematide, il falso gelsomino o la vite americana.

inserimento pigna

Fiori recisi di Stella di Natale trattamento

Tagliate alcuni steli di poinsettia lunghi circa 20 centimetri, eliminate le foglie alla base e procedete al trattamento per mantenerli a lungo come qui descritto.. A piacere colorate con una tinta acrilica le pigne prima di preparare una sorta di gambo passando il filo di ferro sottile tra le brattee inferiori (le squame legnose che non sono altro che foglie modificate)torcendo infine i due capi.

inserimento stella di Natale

Avviate il lavoro fissando con il fil di ferro alla base della ghirlanda il primo rametto di abete e proseguite inserendo ogni tanto una pigna e uno stelo di poinsettia. Completate il cerchio e dopo aver tagliato il fil di ferro, fissatelo sul retro del lavoro formando un piccolo gancio per far passare una corda o un nastro per appendere la ghirlanda.

Ghirlanda finale

Tips:

La pianta come tutte le appartenenti alla famiglia delle Euphorbiaceae, emette un lattice velenoso, dovrete quindi stare attenti quando la maneggiate e soprattutto quando si recidono gli steli, lavate accurata­mente le mani o meglio ancora usate dei guanti.

Stella di Natale Ghirlanda

Oggi è la giornata internazionale delle Stelle di Natale, regalate o regalatevi una poinsettia, per sapere come prendersi cura di lei vi invito a leggere questo mio post e ad andare a scoprire tutte le novità Star for Europe ed altre decorazioni sul sito ufficiale.

Ghirlanda con fiori di montagna

7 luglio 2017 § 11 commenti

Lo scorso fine settimana ero a Gressoney Saint Jean,
per la manifestazione vivaistica Artemisia. Tra gli eventi in programma ho proposto la realizzazione di una ghirlanda con fiori di montana che in questa stagione abbondano nei prati e negli incolti. Un’ora prima della dimostrazione di decorazione ho fatto una passeggiata alla ricerca del materiale.

fiori di montagna

Ecco il mio bottino, dall’alto a destra in senso orario:

  • Malva moschata
  • Heracleum sphondylium 
  • Cardus floratus
  • Epilobium angustifolium 
  • Veccia montana

 

Ghirlanda di montagna
Per realizzare la ghirlanda ho preparato la solita base di Clematis vitalba oppure guardate questo mio tutorial. Preparate tanti piccoli mazzetti con tre piante differenti e fermatene i gambi con un po’ di fil di ferro. Sempre con il fil di ferro fissate poi i marzolini alla base fino a completare il giro.

Le cesoie (so che me lo chiederete… ) le trovate qui.

 

Tulipani e composizioni floreali

11 maggio 2017 § 4 commenti

Quando si dice un mazzo di tulipani…
non dieci, non venti…
30 tulipani bianchi!

Tulipani composizioni

Non fanno un bell’effetto? Affinché durino a lungo nelle composizioni immersi in acqua o nella spugna artificiale, eliminate le foglie basali che altrimenti tederebbero a marcire e incidete di netto con un taglio obliquo il gambo con una lama ben affilata per aumentare la superficie di assorbimento dell’acqua.

modellare tulipani

I gambi dei tulipani si incurvano facilmente lavorandoli delicatamente con il calore delle mani, così da adattarsi a ogni composizione.

Essere malleabili è una grande dote, si impara con il tempo e con gli insegnamenti della vita!

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria composizioni floreali su aboutgarden.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: