walkways, costruire camminamenti in giardino

12 luglio 2013 § 10 commenti

L’intervento architettonico in giardino
anche se di piccola entità,  è di grande importanza, ne denota carattere e stile e mette in luce le capacità e competenze del progettista, sia esso un architetto paesaggista, un garden designer o il giardiniere stesso.

The architectural intervention in gardens, even when small, has a great importance. It denotes the designer’s character and style and highlights his or her skills and expertise, both when being a landscape architect, a garden designer or a gardener him or herself.

Opus incertumprendendo spunti dagli antichi romani, camminamento Opus incertum.
taking hint from the ancient romans, walkway Opus incertum

Dietro ad un buon progetto non solo deve esserci studio, tecnica e gusto, ma anche e soprattutto storia e cultura.

Behind a good project not only there must be study, technique and taste, but also and overall history and culture.

crêuza ligurepietre posate di costa come in una vecchia crêuza’ ligure
stones placed sideways like in an old ligurian crêuza’ 

“Per fare giardini occorre averne visitati molti” racconta Paolo Pejrone, nostro grande architetto paesaggista, la storia insegna e la buona soluzione architettonica deve essere in accordo con il giardino che spesso è di pertinenza di una casa, deve quindi ricalcarne le caratteristiche o comunque tenere conto del contesto paesaggistico.

“In order to do a garden one ought to have visited many” says Paolo Pejrone, great italian landscape architect, history teaches and the good architectural solution should agree with the garden which often is part of a house and should, therefore, trace its characteristics and in any case take into consideration the landscape general context.

Caccia Dominioni  soluzione di un grande architetto, Caccia Dominioni, che ha firmato tanti progetti anche nella pineta di Arenzano.
solution of a great architect Caccia Dominioni, which signed many projects also in the Pine forest in Arenzano.

Al pari delle piante è dunque importante scegliere materiali e composizioni, anche un piccolo camminamento o la posa di elementi per realizzare un patio possono modificare sostanzialmente uno spazio verde.

Just like with plants, it’s, therefore, important to choose materials and compositions. Also a small walkway or a pose of elements for realizing a patio may radically change a green environment.

ciotoli di fiume e pietresoluzione per strada in pendenza di forte calpestio con passaggio auto in un giardino francese.
solution for a raked road with frequent trampling and cars transit in a french garden.

wood walkwaysper una soluzione più rustica travi in legno affondate nel prato
for a rougher solution wooden beams sunk in the lawn

Non sempre occorre invece l’aiuto di un muratore, molte di queste pose sono fatte a secco e con un po’ di manualità e buona volontà, seguendo qualche accortezza possiamo realizzarle noi stessi.

Not always we need a handyman, many of these poses are done “dry” and with a little practice, some goodwill and a little care we may realize them by ourselves.

patiomoss

Un esempio di posa a secco con mattoni da me realizzata circa due tre anni fa, l’effetto mattone nuovo mi preoccupava, ma presto il tempo ha lasciato le sue tracce e il muschio ha regalato una bella patina al lavoro. In queste pagine vi racconto come realizzarlo.

An example of dry pose with bricks I realized (realizzata) by myself around three years ago. The new brick effect was worrying me, but soon the time left its traces and the musk donated a nice fur to the work. In  these pages (queste pagine) I tell you how to do it.

Per ulteriori spunti vi invito a visitare la mia board di pinterest dedicata all’argomento.

For further hints I invite you to visit my dedicated Pinterest  board.

DIY: piccolo patio

5 maggio 2011 § 20 commenti

la necessità aguzza l’ingegno…

Forse è il momento giusto per programmare i nuovi lavori di abbellimento in giardino.
Il ripristino o la costruzione di un muretto, la creazione di un gazebo, una vasca per le piante acquatiche o un nuovo patio. Lo scorso anno, dopo aver meditato a lungo la sua esecuzione, ho creato proprio una zona patio in una parte del mio giardino che si è rivelata con la maturità di alcuni Carpinus betulus. Crescendo hanno lasciato libero uno spazio ombroso molto apprezzato durante la stagione estiva. Una panca in legno aveva presto preso dimora sotto alle fresche chiome. Purtroppo mi sono ritrovata a fare i conti con un prato spelacchiato e rovinato per ombra e calpestio!

Un patio poteva essere una buona idea per risolvere il problema e creare al contempo un nuovo punto di interesse visivo. Ho cercato in ‘rete’ istruzioni o suggerimenti per la sua esecuzione ma purtroppo non ho trovato ciò che volevo. Qualche libro e il suggerimento richiesto ad alcuni muratori sono state le mie basi di partenza.

Illustrerò di seguito il lavoro eseguito con i vari passaggi affinché possa essere di utilità a chi, alle prime armi come me, deciderà di avventurarsi nell’esecuzione di un piccolo patio. Il mio patio doveva essere costruito in mattoni, mi sarebbero piaciuti quelli vecchi, mi sono messa a cercarli ma ho trovato materiale di diversa misura e qualità che avrebbe compromesso il lavoro finale senza certezza inoltre sulla resistenza al persistente gelo invernale. La scelta è caduta poi su un mattone nuovo, sabbiato, molto bello e antigelivo che simula perfettamente quello antico. E’ stata l’unica spesa assieme a sabbia e ghiaino di diversa pezzatura. Il lavoro è stato fatto a secco in quanto è possibile un futuro movimento del terreno dato dalle radici sottostanti, se sarà necessario dovrò solo asportarne una parte e procedere al riassestamento con meno fatica.

Per complicarmi il lavoro, ho pensato ad un patio di forma ellittica. Ho rispolverato le vecchie conoscenze di geometria ed ho con paletti e una corda disegnato un ellisse sul terreno. La parte forse più difficile è stata quella di preparazione della buca in quanto erano presenti molte radici degli alberi e il terreno era duro e compatto. Ho trovato utile bagnare la terra da sbancare, la sera, al mattino era molto più facile da smuovere e togliere. Bisogna fare uno scavo di almeno di 20 cm. Ho steso un telo di plastica sulla zona prospiciente ed ho fatto scaricare in due mucchi le diverse varietà di ghiaia (fatevi dare una mano dal personale dove acquisterete il materiale  per i conteggi dei quantitativi fornendo bene le misure della zona da lavorare) .

A questo punto ho riempito l’area con uno strato di 5 e più centimetri di ghiaia grossolana procedendo poi al suo compattamento. Successivamente ho aggiunto la ghiaia più fine e ho continuato a compattare. L’ultimo strato, che ha accolto la posa in opera dei mattoni, è stato quello di sabbia. Con bolla e asta in metallo l’ho perfettamente livellata. L’area è pronta per ospitare i mattoni che ho messo seguendo un preciso disegno. Alcuni li ho fatti tagliare con un flessibile, dopo aver preparato la sesta in cartone, per seguire il giro dell’ellisse.

Una spolverata di sabbia e terra ha completato il lavoro. ecco il risultato finale!

e questo un anno dopo…con un po’ di assestamento

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag patio su aboutgarden.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: