Come coltivare il giacinto

20 gennaio 2016 § 7 commenti

Se in autunno siete stati sufficientemente previdenti,
avrete assicurato alla terra una manciata o più di bulbi di giacinto, certi di poter godere dopo qualche mese di una fioritura che dispensa uno dei profumi più inebrianti.

GIACINTO IN VASO

Per ottenere un apprezzabile effetto visivo, disponete i bulbi di Hyacinthus orientalis in numero dispari e a una distanza piuttosto ravvicinata lasciando un centimetro di spazio tra uno e l’altro. Piantateli in vaso, sul cui fondo avrete sistemato uno strato drenante in argilla espansa o ghiaietto, riempito con terra ricca da giardino e a una profondità di 10 centimetri riservandogli una posizione soleggiata o leggermente ombreggiata e nei luoghi con inverni rigidi proteggeteli con coperte di foglie, paglia o altro materiale pacciamante.

Ai primi tepori spunteranno dal suolo le grasse gemme portatrici delle infiorescenze che gradiranno una spinta per il loro sviluppo attraverso la somministrazione di un fertilizzante specifico disciolto nell’acqua dell’irrigazione. Durante il periodo di fioritura fate attenzione a mantenere la terra piuttosto umida, al contrario di quando i bulbi sono in dormienza che richiedono invece terreno asciutto.

taglio stelo

Giacinto

Peccato che i bei fiori dopo tanta attesa abbiano vita breve, in genere appassiscono dopo circa due settimane dall’apertura del primo bocciolo, dovrete quindi tagliare gli steli sfioriti a livello del suolo risparmiando il fogliame che fornirà, attraverso il processo di fotosintesi, l’energia essenziale allo sviluppo e alla crescita del bulbo. Per qualche tempo dunque, conserverete un vaso con solo foglie che in massa potranno comunque costituire motivo di interesse.

Continuate a bagnare moderatamente la terra finché la parte verde della pianta non inizia ad ingiallire e solo alla completa essiccazione sospendete l’irrigazione e dopo avere eliminato le foglie, ripulite i bulbi dalla terra prima di riporli in luogo buio e ben aerato.

fiore giacinto

Se avete messo a dimora dei bulbi di giacinto sottoposti a forzatura e recuperati dopo la fioritura in casa, non stupitevi di vedere spuntare solo alcune foglie; saranno necessari infatti un anno o due anni per far recuperare ai bulbi esausti il naturale ritmo biologico e assistere a un’altra fioritura.

Nemica dei giacinti è la muffa grigia, malattia alla quale sono soggetti e che si può combattere applicando un fungicida per evitare che il bulbo marcisca con totale deperimento della pianta.

articolo scritto per Vivere Country febbraio 2015

Le bellissime persiane azzurre e i flower frogs sono della mia amica Angela 

Tag:,

§ 7 risposte a Come coltivare il giacinto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Come coltivare il giacinto su aboutgarden.

Meta

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 1.519 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: